Giustizia, Pace, Integrità del Creato
Giustizia, Pace, Integrità del Creato
Giustizia, Pace, Integrità<br /> del Creato
Giustizia, Pace, Integrità del Creato
Giustizia, Pace, Integrità del Creato
PAGINE WEB RELAZIONATE
1-. Grain3-. La Via Campesina – International Peasants’ Mouvement2-. Farmlandgrab - The global rush for farmland & the people’s struggle against it4-. Oakland Institute5-. A Global call to Action on Community & Land resource rights6-. All Africa7-. EBG Capital, Environmental Investment8-. Fahamu – Network for Social Justice9-. Food crisis & the global land-grabbing, or farmlandgrab10-. Down to Earth (DTE)11-. Green Prophet12-. Institute for Development Studies (IDS)13-. The International Food & Agricultural Trade Policy Council (IFAT)14-. Mostly_Water: A selection of 'Canadian' and International News.15-. Pambazuka News – Pan-African voices for Freedom and Justice16-. Forest Peoples Programme (FPP)17-. Friends of the Earth International18-. PAN AP. Advancing food sovereignty, genre justice and environmental sustainability. 19-. Re:Common. 20-. SlowFood21-. SociolingoAfrica. An eclectic mix of items about social issues in Africa.22-. UN Principle Responsible Investment (UNPRI)23-. The Transnational Institute (TNI) A worldwide fellowship of scholar activists24-. TradeMark Southern Africa25-. World Future Society26-. EuropAfrica – Terre contadine27-. Africa Land Grab Conference 28-. ReAct29-. Stand for Land30-. Land Rights Now 31-. London Mining Network32-. Future Agricultures Consortium (FAC)33-. Agrarian Trust34-. Land and Poverty Conference 35-. European Economic and Social Committee (EESC) 36-. The World Bank37-. International Institute of Social Studies (ISS)38-. Transnationinstitute (TNI)39-. Land Portal40-. Foundation Gabriel Péri41-. Global Witness42-. FIAN International43-. ICCO Cooperation44-. Hands on the land45-. CNCD 11.11.1146-. Columbia Centeron Sustainable Investment47-. FICCI48-. World Forum on Access to Land 49-. IAMO50-. Global Peasants Rights51-. Land Governance for Equitable and Sustainable Development - LANDac52-. Celada53-. Plateforme pour une agriculture socialement durable54-. Global AgInvesting

L’ACCAPARRAMENTO DI TERRE

Un’attività ambigua

a-. Cos'è l'accaparramento di terre?

L’accaparramento di terre è la privatizzazione di grandi estensioni di terreno, da parte di aziende locali o multinazionali, governi stranieri o persone fisiche, attraverso l’acquisto o l’affitto di tali terreni, in paesi sviluppati o in via di sviluppo. Anche se storicamente questa espressione è stata usata precedentemente, attualmente il suo significato ha una sfumatura nuova, specialmente dopo la crisi alimentare degli anni 2007 e 2008, la quale ha prodotto un fenomeno febbrile di acquisto di terreni a grande scala. Questo si dovette al fatto che la situazione di insicurezza alimentare spaventò il mondo sviluppato e promosse l´aumento significativo dei fondi disponibili per gli speculatori, che ottenero record storici di investimento agricolo. La maggioranza di queste transazioni vennero effettuate all’estero in paesi dell’emisfero sud: il 70% nell’Africa Subsahariana, nel sudest asiatico e in America Latina. Gli investimenti sono destinati, per la maggior parte, alla produzione di biocombustibili e al raccolto di alimenti.

Inizialmente, alcuni investitori e paesi in via di sviluppo hanno dato il benvenuto a queste iniziative economiche e hanno accolto con favore questa nuova modalità, pensando che potesse favorire il progresso delle regioni agricole arretrate. Tuttavia, attualmente, l’agressività latifondista di questi modelli di investimento è stata ampiamente criticata dalla società civile, dai governi e da personalità internazionali, che sottolineano le conseguenze negative che questi processi hanno avuto sulle comunità localii
 

"Un’attività ambigua"



L’appropriamento di terre tende a essere ambivalente per i seguenti motivi:

  • Governi stranieri, aziende internazionali o fondi di investimento acquistano vasti terreni agricoli per produrre alimenti, foraggio e biocombustibili. Queste attività vengono effettuate per la maggior parte nei paesi meno sviluppati o in via di sviluppo.
  • I contratti di affitto sono troppo prolungati: vanno da 50 fino a 90 anni. Si approfitta il vuoto legale nei paesi che permettono acquisti rapidi di terra.
  • Le transazioni di terre avvengono, principalmente, in paesi in cui il sistema del catasto si basa su leggi informali o tradizionali, riconosciute a livello locale, ma non negli accordi internazionali. Quindi non garantiscono i diritti di proprietà delle comunità locali, e i contadini non possono dimostrare che sono i proprietari o gli usufruttuari delle terre in cui vivono.
  • Lo sviluppo delle infrastrutture, l'accesso ai mercati, l'appoggio finanziario e altri supposti benefici, sono la motivazione principale per ottonere la commercializzazione di territori significativi in queste nazioni. Tuttavia, nessuno garantisce la loro esecuzione, né esiste un ente di controllo che obblighi ad adempiere quanto accordato.

 

<< h-. Cosa fare per contrarrestare l´accaparramento delle terre? b-. Un tema complesso >>