Giustizia, Pace, Integrità del Creato
Giustizia, Pace, Integrità del Creato
Giustizia, Pace, Integrità<br /> del Creato
Giustizia, Pace, Integrità del Creato
Giustizia, Pace, Integrità del Creato
PAGINE WEB RELAZIONATE
1-. Grain3-. La Via Campesina – International Peasants’ Mouvement2-. Farmlandgrab - The global rush for farmland & the people’s struggle against it4-. Oakland Institute5-. A Global call to Action on Community & Land resource rights6-. All Africa7-. EBG Capital, Environmental Investment8-. Fahamu – Network for Social Justice9-. Food crisis & the global land-grabbing, or farmlandgrab10-. Down to Earth (DTE)11-. Green Prophet12-. Institute for Development Studies (IDS)13-. The International Food & Agricultural Trade Policy Council (IFAT)14-. Mostly_Water: A selection of 'Canadian' and International News.15-. Pambazuka News – Pan-African voices for Freedom and Justice16-. Forest Peoples Programme (FPP)17-. Friends of the Earth International18-. PAN AP. Advancing food sovereignty, genre justice and environmental sustainability. 19-. Re:Common. 20-. SlowFood21-. SociolingoAfrica. An eclectic mix of items about social issues in Africa.22-. UN Principle Responsible Investment (UNPRI)23-. The Transnational Institute (TNI) A worldwide fellowship of scholar activists24-. TradeMark Southern Africa25-. World Future Society26-. EuropAfrica – Terre contadine27-. Africa Land Grab Conference 28-. ReAct29-. Stand for Land30-. Land Rights Now 31-. London Mining Network32-. Future Agricultures Consortium (FAC)33-. Agrarian Trust34-. Land and Poverty Conference 35-. European Economic and Social Committee (EESC) 36-. The World Bank37-. International Institute of Social Studies (ISS)38-. Transnationinstitute (TNI)39-. Land Portal40-. Foundation Gabriel Péri41-. Global Witness

Seminario sull'Accaparramento di Terre

Documenti di base

B-. Contenuto del Seminario sull'Accaparramento di Terre

GPIC CORSO DI FORMAZIONE SULL'ACCAPARRAMENTO DI TERRE (AT)

 

Padre Gian Paolo Pezzi, MCCJ – Membro di VIVAT International

www.jpic-jp.org   www.vivatinternational.org

Le sessioni: obbiettivi e contenuti

 

0-. Riunione di apertura. INTRODUZIONE AL CORSO 

        .Obiettivi della sessione. In questa sessione vogliamo:

        1-. Conoscerci fra animatori e partecipanti

        2-. Capire la iniziativa e gli obiettivi del seminario

        Una riflessione speciale per questo corso

        3-. Porci di fronte al tema della terra

        4-. Organizzarci per il seminario ( orario e altri aspetti pratici )

        . Contenuti della sessione

        0-. Apertura. PP. Preghiera al Nostro Padre

        1-. Breve attività per conoscerci (Attività personale N°1)

        2-. Presentare l'iniziativa e gli obiettivi del seminario

        Una parola speciale in occasione di questo seminario (futuri animatori)

        3-. Alcune parole che riguardano la Terra

        4-. Aspetti pratici: accordi da rispettare durante il seminario (Orari, servizi, etc...)

        Conclusione. PP: Questo luogo è terra sacra

       . Attività N°1  Per conoscerci fra partecipanti.

       ° Ciascuno dice solo il suo nome col quale desidera di essere chiamato.

       ° Ciascuno riceve un cartoncino: su di esso scrive due dati che lo identificano, senza il nome.

       ° I cartoncini sono attaccati all'albero della parete dove tutti possono leggere: ricordando il nome ogni partecipante durante il riposo, cercherà di identificare gli altri.

Sessione 1.  PARLIAMO DELLA TERRA

       . Obiettivi della sessione.  In questa sessione vogliamo imparare a tener conto che:

       1-. La Terra è una parte dell'Universo

       2-. La Terra è fonte di vita: è la Madre che ci nutre

       3-. La Terra è la nostra casa comune, la unica che abbiamo

       4-. La Terra è “territorio” , “base” di vita, di potere e centro di conflitti; In essa è oggi “la chiave” per capire ciò che succede nel mondo.

       5-. La Terra è il campo, la terra che coltiviamo per il nutrimento e dove uno abita.

       . Contenuti della sessione

       0-. Apertura.  PP. Un viaggio straordinario: la Terra, parte dell'Universo

       1-. La Terra è Madre: Tutti siamo uno! Power Point

       2-. La Terra: nostra unica casa comune

       3-. La Terra è il nostro territorio. Breve percorso storico: la Terra “base” della vita in politica, in temi sociali ed economici.

       4-. Attività personale e lavoro di gruppo

       ° Iniziazione al Lavoro di  gruppo

       ° Attività personale N°2: Il mio cammino di vita il mio coinvolgimento in JPIC.

         Lavoro di gruppo N° 1: Condividere

               - Storie personali in relazione alla Terra: sfide, gioie, fallimenti.

               - Mettere a fuoco una delle ingiustizie che nascono dalla Terra.

        5-. Assemblea per condividere

        ° Ogni gruppo presenta gli elementi principali delle proprie discussioni (5 min. x gruppo, leggere quanto scritto)

        ° Discussione sui risultati e sulle conclusioni dei gruppi (30 min.)

Conclusione. PP.  La risposta è nel vento

        . Lavoro personale e di gruppo

        1°-. Introduzione al lavoro di gruppo

        2°-. Attività N°2 (15 minuti)

        ° Ciascuno disegna una linea su un foglio di carta

        ° La linea rappresenta il cammino della vita

        °  Al di sotto della linea si pone la data e sopra immagini o parole (eventi ed esperienze che hanno motivato a lavorare per JPIC in relazione alla terra).

        3°-. Lavoro di gruppo N°1 (30 minuti)

        ° I partecipanti integrano il loro gruppo

        ° Ogni gruppo sceglie un moderatore e relatore

        ° Ogni partecipante condivide la sua esperienza sul tema: Storie personali in relazione con la terra: sfide, gioie, fallimenti, mettendo a fuoco una ingiustizia.

        °  Il moderatore aiuta a trovare elementi comuni e li annota su un foglio per presentarli all'assemblea.

*Il responsabile del gruppo conserva le risposte.

 Sessione 2.  CHE COSA E' O CHE COSA SI INTENDE PER LAND GRABBING O ACCAPARRAMENTO DI TERRE?

        . Obiettivo della sessione – In questa sessione vogliamo:

       1-. Capire esattamente e chiaramente che cosa è ciò che si chiama  Accaparramento di Terre (AT).

       2-. Capire perchè i temi del AT sono complessi e ambigui.

       3-.  Comprendere l'importanza di avere idee chiare e obiettivi coerenti quando si lavora per JPIC opponendosi al AT.

         Contenuti della sessione

        0-. Apertura PP. Ciò che è più simile al paradiso

        1-. Una idea di base: L'AT è un tema ambiguo

        2-. Approfondire: Che cosa è e che cosa si intende per AT

        3-. Attività personale N°3: come ci poniamo di fronte l problema

        4-. Lavoro di gruppo N°2: osservare la nostra realtà

Conclusione PP.  Io ti giudico mondo attuale.

        . Attività N°3

        ° Ora possiamo esprimere le nostre aspettative sul corso. Lo facciamo con una attività personale:

        ° Ogni partecipante scrive 2 aspettative su un foglio adesivo

        ° Il foglio adesivo viene attaccato all'albero della Parete, simbolo di connessione con il tema del AT, ponendolo dalla parte dove si trova il proprio lavoro.

        ° Lasciamo spazio sul foglio per correggere le nostre aspettative durante il seminario.

         . Lavoro di gruppo N°2.  Riflessione comunitaria

         ° Introduzione al lavoro di gruppo da parte dell'animatore (5 min.)

         ° I partecipanti integrano il proprio gruppo (la dinamica è sempre la stessa finchè non si dica il contrario).

         ° Esiste il problema del AT nella nostra regione e nel nostro paese?

         ° Conosciamo le leggi nazionali e quelle tradizionali?

         ° I nostri agricoltori conoscono i meccanismi legali per proteggere i loro diritti sulla terra?

         °  la comunità cristiana ha considerato seriamente questo problema?

         ° Raccogliamo la documentazione che ci permette di comprendere questo problema e aiutare a difendere la terra dei poveri?

         ° Prendiamo nota attentamente  degli abusi e delle ingiustizie?

*Il responsabile del gruppo conserva le risposte.

Sessione 3.  ACCAPARRAMENTO DI TERRE NEL MONDO: SOMIGLIANZE, DIFFERENZE 

         . Obiettivi della sessione .  In questa sessione vogliamo capire

         1-. Il problema insito nel AT: il cibo e la fame nel mondo.

         2-. La portata e la dimensione del AT nel mondo.

         3-. Conoscere alcuni termini utilizzati in temi in relazione con la terra.

          .   Contenuti della sessione.

         0-. Apertura.  Una preghiera con la natura.  Cantico delle creature

         1-. La terra, il cibo, la fame.

         2-. Portata e dimensione del AT

               ° nel mondo;

               ° rischi comuni e differenze.

         3-. Parole usate nei temi sulla terra.

         4-. Lavoro di gruppo N°3: esperienze dirette dei partecipanti.

         5-. Assemblea: condividere le riflessioni dei gruppi.

Conclusione. PP.  Le parole sono pietre, le immagini colpiscono.

         . Lavoro di gruppo N°3

         ° Introduzione al lavoro di guruppo da parte dell'animatore (5min)

         ° Ognuno integra il suo gruppo (sempre con la stessa dinamica – 20 min.)

         ° In questo lavoro di gruppo vogliamo condividere sulla nostra esperienza personale:

             - Che cosa sappiamo su l'AT?

              - Dove troviamo le conoscenze? Esperienze dirette o ascoltate o lette?

              - Quali elementi di AT ho percepito in Africa, Europa, Amarica Latina e nel mio Paese?

              - Quali le somiglianze e quali le differenze?

*Il responsabile del gruppo conserva le risposte

Sessione 4.  AT OPPORTUNITA' O  MINACCIA?

        . Obiettivi della sessione.  In questa sessione vogliamo:

        1-. Capire in modo approfondito che cosa sta dietro al fenomeno del AT;

        2-. Saper distinguere la prospettiva di denaro o di guadagno finanziario dei legittimi interessi delle persone e dei loro diritti umani;

        3-. Poter mettere in luce le ipocrisie che esistono nel linguaggio e nelle attività relative al problema.

        Contenuti della sessione

        0-. Apertura PP.  Una orazione che ha provocato controversie

        1-. AT, opportunità o minaccia ? Un esempio in Centro America, quello del Guatemala

        2-. Politiche sui diritti di proprietà delle terre. Un esempio, quello dell'Africa

        3-. Terra e Diritti umani.

        4-. Lavoro di gruppo N°4

Conclusione:  PP.  C'era una volta una corsa di rane

        .  Lavoro di gruppo N°4

         ° Introduzione al lavoro di gruppo da parte dell'animatore (5 min)                    

         ° I partecipanti integrano il proprio gruppo ( sempre con la stessa dinamica -20 min.)

         ° Il lavoro inizia con 5 minuti di silenzio nei quali ogni partecipante pensa un caso di vendita o di affitto di terre che conosca nel suo Paese.

         ° Il gruppo sceglie un caso da analizzare insieme. In questo caso

         ° Questo commercio di terre è stato una opportunità o una minaccia?

         ° Per chi? Chi ha guadagnato o chi ha perduto?

         ° Quali diritti vedo coinvolti? E quali di essi vulnerati?

         ° Quali ipocrisie di linguaggio si notano in questo caso?

*Il responsabile di gruppo conserva le risposte.

Sessione 5. TERRA CONDIVISA RESPONSABILITA' CONDIVISA: DIMENSIONE CULTURALE E RELIGIOSA DELLA TERRA.

        . Obiettivi della sessione.  In questa sessione vogliamo:

        1-. Prendere coscienza: ogni approccio alla terra, personale o comunitario, nasce da una visione globale della vita.

        2-. Focalizzare un fatto: la terra è punto di riferimento e di sostegno nella nostra vita intera.

        3-. Conoscere qualche “ punto di entrata “ sulla terra e AT, comune con chi possiamo lavorare insieme, anche se non condivide la nostra fede religiosa.

        . Contenuti della sessione .

        0-. Apertura.  PP.  Siamo il prodotto di ciò che pensiamo

        1-. Che cosa pensano gli altri.

            ° I popoli indigeni.

            ° Accaparratori di terre

            ° Altre religioni

         .  Lavoro di gruppo N°5

Conclusione   PP.  Il 1° manifesto ambientale

         .  Lavoro di gruppo N°5

         ° Introduzione del gruppo di lavoro da parte dell'animatore (5 min.)

         ° Ciascun partecipante integra il suo gruppo (sempre con la stessa dinamica – 20 min)

         ° In questo lavoro di gruppo vogliamo Condividere la nostra esperienza personale su:

           - Che cosa la gente con cui vivo? (protestanti, politici, compagnie farmaceutiche)

           - Che cosa dice la Bibbia, la Dottrina Sociale della Chiesa, la Commissione Pontificia Giustizia e Pace?

           - Che cosa penso io, che cosa pensano gli altri?

*Il responsabile del gruppo conserva le risposte.

Sessione 6 – GERGA DE L'AT:  CHE C'E' DIETRO ALLE PAROLE?          

          . Obiettivi della sessione .  In questa sessione vogliamo:

          1-. Prendere familiarità con alcune parole e concetti che utilizzano i medi di comunicazione per riferirci a questi temi.

          2-. Capire la connessione fra questi termini e l' AT.

         Contenuti della sessione

         0-. Apertura. PP.  Il rituale degli indios Cherokee

        1-.  Presentazione di termini tecnici 1. Agro-combustibili. 2. Ecosistema, 3.Sviluppo sostenibile. 4. Effetto ibernazione. 5. Accaparramento di acqua. 6. Cambio climatico. 7. Riscaldamento globale.

        2-.  Lavoro di gruppo N°6

        3-.  Assemblea: domande e risposte

Conclusione. PP. Scuotiti e muoviti

         . Lavoro di gruppo N°6

        °  Introduzione al lavoro di gruppo da parte dell'animatore (5min)

        °  I partecipanti integrano il proprio gruppo (sempre c0n la stessa dinamica- 20 min)

        ° In questo lavoro di gruppo vogliamo condividere la nostra esperienza

               - Facendo una lista di altri termini tecnici che abbiamo ascoltato.

               - Discuterli per vedere la connessione fra questi termini e l'AT.

*Il  responsabile del gruppo conserva le risposte

Sessione 7-  L'IMPATTO DI AT SULLE RISORSE NATURALI E LA VITA: acqua, agricoltura, sementi, cambio climatico, migrazioni, traffico di persone.

        . Obiettivi della sessione.  In questa sessione vogliamo vedere come

       1-. L'AT si “intreccia“ con tutta la realtà;

       2-. Oggi la terra sta al centro degli interessi economici del mondo;

       3-. Certi diritti umani sono colpiti dall'AT.

       Contenuti della sessione

       0-. Apertura  PP.  Ho un sogno

       1-. Connessione fra AT e agricoltura

       2-. AT e l'acqua, gli alimenti, la casa adeguata e la vita.

       3-. AT ed i cambi climatici

       4-. Attività personale N°4

       5-. Assemblea P&R.

Conclusione.  PP.  Il cambio climatico

       .  Attività personale N°4

          °Ogni partecipante legge un articolo di stampa o di internet su l'AT.

          ° Mette in evidenza quali risorse naturali sono state maltrattate e quali  diritti umani sono stati vulnerati a causa del AT.

          °Nel tuo paese e nel tuo ambiente, qual è l'impatto del AT sulla quotidianità economica e sociale?

          ° Hai un elenco dei disastri che tu conosci direttamente?.

          ° I partecipanti condividono i loro risultati nel gruppo. Segue dibattito in assemblea

*Il responsabile di gruppo conserva le risposte

Sessione 8. DISTRIBUZIONE DEL POTERE E STRUTTURA DELLA SOCIETA': Strutture e dinamiche soggiacenti alla società e alle comunità in cui  lavoriamo.

        . Obiettivi della sessione.  In questa sessione chiediamo:

        1-. Capire come le questioni del AT non solo sono temi di vita, ma sono ciò che definisce la vita economica e sociale di un paese;

        2-. Prendere familiarità con la terminologia e i linguaggi usati nei dibattiti su l'AT;

        3-. Prendere coscienza coscienza della complessa realtà che soggiace al problema del AT;

        4-. Capire la necessità di saper “nominare” i differenti aspetti di questa realtà così complessa.

        5-. Essere capaci di individualizzare e definire chiaramente le parti interessate e implicate in un caso concreto di AT.

         Contenuti della sessione

         0-. Apertura  PP.   “ El mojado” ( Gli interessati o i coinvolti)

         1-. La società: insieme di strutture che dirigono e organizzano le proprie relazioni. E' un sistema sociale

         2-. Il sistema sociale: norme, costumi, istituzioni (Politica, economia, cultura, religione).

         3-. Cittadinanza e sicurezza: due fattori coesivi del sistema sociale.

         4-. Alleanze ed interessi che giocano nella dinamica sociale in relazione al  bene comune, la sussidiarietà, la solidarietà.

         5-. I governi nazionali sono ufficialmente i garanti nella difesa delle loro comunità ed i titolari delle terre di fronte ad accordi ed investimenti.

         6-. La banca mondiale: attore fondamentale nel fenomeno del AT.

         7-. Attività personale N°5: Analizzare l'organizzazione sociale in cui si vive.

         8-. Lavoro di gruppo N°7: Esaminare un caso reale di AT. Chi è Chi?

Conclusione.  PP. La paura di aprire certe porte.

          . Attività N°5

          ° Orientamento (5 min)

          ° Ciascuno analizza la  organizzazione sociale del suo paese e della sua regione, le sue alleanze e dinamiche (20 min.)

          ° Ciascuno fa un grafico di riferimento su un foglio che iserà nel lavoro di gruppo per analizzare il caso di AT

          °  La domanda di base: Chi controlla l'economia, la politica, la religione, la cultura?

          . Lavoro di gruppo N°7

          °  Introduzione al lavoro di gruppo da parte dell'animatore (5min)

          °  Il gruppo legge un articolo di stampa o di internet su un caso reale di AT e lo dibatte:

          °  Chi, quali sono gli attori coinvolti nel AT?

          °  Quali fattori e/o quali politiche stanno fomentando l'AT? (10 min. lettura individuale e 15 min. discussione in gruppo)

          °   Discussione in assemblea dei risultati e conclusioni

*Il responsabile del gruppo conserva le risposte.

Sessione 9. LA RESPONABILITA' SOCIALE: organismi e strumenti (ufficiali o no) in relazione con l'AT

        . Obiettivi della sessione. In questa sessione vogliamo conoscere:

        1-. Le leggi nazionali ed internazionali che stabiliscono i diritti sulla terra e che sono strumenti per difendersi in caso di AT.

        2-. La nuova tendenza delle imprese: sviluppare i propri strumenti su affari e diritti umani per ottenere i propri obiettivi

        3-. Il dovere dei governi di rispondere ai suoi cittadini e delle imprese ai loro Stati ed agli Organismi Internazionali (ONU, etc.)

        4-. La responsabilità sociale: una realtà complessa per la connessione esistente tra imprese, diritti umani e natura.

        5-. Il ruolo centrale della società civile per ottenere e usare gli strumenti giuridici idonei  contro l'AT.

        .  Contenuti della sessione

       0-. Apertura.   PP.  L'esempio

       1-. Strumenti ufficiali: stabiliscono le norme minime che si devono rispettare in materia di AT.

        ° Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (10.12.1948)

        ° Patto Internazionale dei Diritti Economici, Sociali e Culturali (03.01.1976)

        ° Sovranità permanente sulle risorse naturali (Res. 1803/1962)

        ° Carta dei diritti e doveri economici dello Stato (3281/1974)

        ° Dichiarazione delle Nazioni Unite sui diritti dei popoli indigeni (13/09/2007)

        ° Carta Africana sui Diritti Umani e dei Popoli (27/07/1981)

        ° Convenzione Americana sui Diritti Umani (7-22.11.1969)

        ° Accordo Europeo per la Protezione dei Diritti Umani e delle Libertà Fondamentali (01.06.2010)

        2-. I documenti privati:  si pongono fra gli interessi degli azionisti e quelli della persona:

        ° La nuova tendenza: si contrappone al dovere di proteggere i diritti della gente.

        ° Convergenza fra settore privato e settore pubblico

         3-. Le nuove direttive: mirano ad assicurare i rispetto dei diritti sulla terra, il cibo, le risorse umane, la proprietà, l'abitazione e gli altri diritti economici, sociali e culturali. Missione fallita.

         4-.  Lavoro di gruppo N°8:la responsabilità sociale e personale in affari comunitari.

Conclusione.  PP.  La responsabilità è di tutti

         . Lavoro di gruppo N°8

          ° Introduzione al lavoro di gruppo del gruppo da parte dell'animatore (5min)

          ° I partecipanti integrano il proprio gruppo (sempre con la stessa dinamica- 20 min)

          ° In questo lavoro di gruppo vogliamo riflettere sulla responsabilità sociale e personale negli affari comunitari:

          ° Dove sviluppo le mie attività

                - Quali di questi strumenti sono conosciuti e tenuti in conto?

                - I diritti alla terra , al cibo, alla casa, - i diritti umani fondamentali – sono conosciuti  e rispettati?

                - Contadini e popoli indigeni del Paese conoscono questi strumenti legali e li usano?

                - Quali sono le forze di questi strumenti e quali le loro debolezze?

                - Prendiamo sul serio il problema del AT?

                - Raccogliamo documentazione per poter difendere il diritto alla terra dei contadini e dei popoli indigeni?

                - Abbiamo documentato casi di abuso ed ingiustizia?

                - Quale è la responsabilità sociale e personale che ho assunto o che sto per assumere?

*Il responsabile del gruppo conserva le risposte.

Sessione 10.  STRUMENTI

        . Obiettivi della sessione.  In questa sessione vogliamo conoscere:

        1-. Alcuni aspetti del sistema ONU utili nella lotta contro l'AT;

        2-. I meccanismi  per chiamate urgenti in certi casi di AT.

        . Contenuti della sessione

        0-. Apertura. PP.  Che cosa ci riserva l'avvenire?

        1-. Sistema di azione urgente e di allerta precoce, esistenti in ONU, che potrebbero essere utili per casi di AT.

             ° Allerta precoce: pietra angolare per la riduzione dei disastri

             ° Strategia Internazionale dell'ONU per la riduzione dei disastri

        2-. Gli organi di vigilanza dell'ONU: Sono Comitati di esperti indipendenti incaricati di vigilare  il rispetto dei diritti umani fondamentali da parte degli stati membri. Sono 4:

             ° Comitato dei Diritti Umani

             ° Comitato per la Eliminazione della Discriminazione contro la Donna

             ° Comitato per la Eliminazione della Discriminazione razziale

             ° Comitato per i Diritti economici, Sociali e Culturali 

        3-. Procedimenti speciali e Appelli urgenti

              ° Relatore Speciale (RS) sui diritti dei popoli indigeni. Il RS può fare visite per investigare su situazioni specifiche.

              ° RS sulla abitazione adeguata

              ° RS sugli obblighi dei Diritti Umani legati alla gestione e alla eliminazione delle sostanze e dei rifiuti dannosi.

              ° RS sulle esecuzioni extragiudiziale, sommarie o arbitrarie

              ° RS sul diritto alla alimentazione

              ° RS sulla promozione e protezione del diritto alla libertà di opinione e di espressione

              ° RS sul diritto alla libertà di riunione e di associazione pacifica

              ° RS sul diritto di ogni persona al più alto livello possibile di salute fisica e mentale

              ° RS sulla situazione dei difensori dei diritti umani

              ° RS sulla questione della tortura

        4-.   Altre possibilità

             ° Il Fondo di Contribuzioni Volontarie per le Popolazioni Indigene

              ° Programma di Borse di Studio per i rappresentanti Indigeni

              ° Programma di Borse di Studio per minoranze

              ° Programma di Borse di Studio per Persone di Discendenza Africana

         5-.   Gruppo di lavoro N°5

               ° I diritti umani e le imprese transnazionali

               ° La Detenzione Arbitraria

Conclusione.  PP.  Che cosa c'è dietro alle imprese.

        .  Lavoro di gruppo N°9

                   °     Introduzione al lavoro di gruppo da parte dell'animatore (5 min)

                   °     I partecipanti integrano il proprio gruppo (sempre con la stessa dinamica-20min)

                   °     In questo lavoro di gruppo chiediamo di riflettere su:

                    - I diritti umani  e le imprese transnazionali.

                    - Esiste questo conflitto nella nostra regione ?

                    - Come li abbiamo confrontati ?

                    - Abbiamo fatto ricorso ai corrispondenti organismi?

                    Che risultato abbiamo ottenuto?

*Il responsabile di gruppo custodisce le risposte

Sessione 11.  CONSENSO LIBERO, INFORMATO, PREVIO (CLIP)

        Obiettivi della sessioneIn questa sessione vogliamo:

         1-. Capire in che cosa consiste il CLIP;

         2-. Conoscere i documenti chiave che promuovono il fondamento del CLIP;

         3-. Saper analizzare casi di AT per verificare se il CLIP è stato rispettato;

         4-. Acquisire conoscenze per la promozione del CLIP ed esigere che sia rispettato in casi concreti di AT.

         Contenuti della sessione.

         0-. Apertura  PP.  Che ne è di noi?

         1-. Che cosa è il CLIP?

         2-. I Fondamenti etici, storici e giuridici del CLIP

         3-. Gli strumenti ed i documenti che specificano il CLIP

         4-. Casi nei quali lo si è utilizzato con successo

         5-. Altri elementi di analisi sul CLIP

              ° Che significa il CLIP per le popolazioni della montagna?

              ° Quali sono alcuni ostacoli al CLIP?

              ° Perchè il CLIP è importante per le imprese e per il Governo?

Conclusione.   PP.  Il vantaggio di lavorare in gruppo

        Lavoro di gruppo N°10

          ° Introduzione al gruppo di lavoro da parte dell'animatore (5 min)

          ° In gruppo, partendo da quanto hanno appreso, i partecipanti analizzano:

             - Conosciamo casi in cui il CLIP è stato rispettato nella nostra regione?

             - Quali sono stati i risultati?

             - A che cosa si deve la riuscita o il fallimento?

             - Come rendere effettivo questo diritto?

             - Quali sono i rischi?  (15 min)

            ° In assemblea ciascun gruppo presenta gli elementi principali della propria discussione.  ( 5 min per gruppo)

            ° Discussione su ogni caso dopo la presentazione (5-8 min per gruppo)

*Il responsabile del gruppo conserva le risposte.

Sessione 12.  LE DIRETTIVE VOLONTARIE DELLA FAO

        Obiettivi della sessione.  In questa sessione vogliamo:

        1-.  Conoscere alcune direttive volontarie della FAO

        2-.  Capire la loro importanza ed i loro limiti.

        Contenuti della sessione

        1-. Apertura.  PP.  La agricoltura familiare

        2-. Le Direttive Volontarie della FAO: Chi le ha formulate? Come e quando?  Orientamenti e Presentazione:

             ° Linee direttrici di base

             ° I loro obiettivi specifici

             ° Analisi del documento

        3-.     Loro importanza in funzione della società civile

        4-.     Limitazioni ed opinioni – Discussione in assemblea

Conclusione.  PP.  Il primo come capo

Sessione 13. PRINCIPI PER UN INVESTIMENTO RESPONSABILE  IN AGRICOLTURA  E  NEL SISTEMA ALIMENTARE (IRA)

        Obiettivi della sessione.  In questa sessione vogliamo:

        1-. Familiarizzare con i principi IRA ed i suoi possibili campi di applicazione;

        2-. Capire il valore di questi principi.

        .  Contenuti della sessione

        0-. Apertura  PP.  Chi produce gli alimenti?

        1-. I 10 principi per una IRA:

          ° Per chi sono stati formulati?

          ° Come e quando?

          ° Orientamenti,

          ° A che punto siamo?

          ° Presentazione del documento

        2-.  I suoi limiti:

          ° "Regole volontarie"

          ° Disaccordo della società civile.

        3-.  Opinioni e discussione in assemblea.

Conclusione.  PP.  La terra in miniatura

Sessione 14.  VERSO UNA STRATEGIA GLOBALE PER FAR FRONTE AL  AT

         Obiettivi della sessione: In questa sessione vogliamo:

         1-. Prendere coscienza di quello che si può fare a livello locale e attraverso sforzi comuni per prevenire e far fronte al AT;

         2-. Conoscere differenti organizzazioni coinvolte nel combattere l'AT;

         3-. Elaborare un progetto di strategia globale;

         Contenuti della sessione

         0-. Apertura PP.  La canzone de Petrolio, del Gelo e del Fuoco

         1-. L'urgenza di una strategia globale su AT

         2-. Che cosa si può fare?

         3-. Abbozzo di una strategia globale: le 4 P – Prevenzione, Pianificazione, Partecipazione (Partnership), Prosecuzione (Imputazione)

         4-. Che osa ci si attende a livello regionale, nazionale, internazionale?

         5-. Dove possono intervenire le nostre ONG?

         6-. Informazioni sulle organizzazioni mondiali, regionali e gruppi che lavorano per far fronte al AT .

         7-. Lavoro di gruppo N°11

Conclusione.  PP.  C'è una soluzione a tutto.

         . Lavoro di gruppo N°11

           ° Introduzione del gruppo di lavoro da parte dell'animatore. (5 min)

           ° In gruppo, individuare e sviluppare possibili  strategie regionali per propria regione (30 min)

           ° I gruppi presentano le strategie che hanno sviluppato (10 min. per gruppo)

           ° Dibattito su ogni caso (max. 15 min. per caso)

*Il responsabile del gruppo custodisce le risposte.

Sessione 15.   A PARTIRE DA QUI DOVE SI VA? SVILUPPO DI UN PIANO  D'AZIONE

        Obiettivi della sessione.   In questa sessione vogliamo:

        1-.Capire lo scopo di sviluppare un Piano d'Azione (PdA) adeguato, che coinvolga tutte le parti interessate;

        2-. Conoscere gli elementi chiave di un PdA ed essere capaci di svilupparli;

        3-. Elaborare un abbozzo di PdA  

        4-. Conoscere il cammino per formare gruppi parrocchiali di Giustizia e Pace

        Contenuti della sessione

        0-.  Apertura.  PPColora il tuo mondo di gentilezza

        1-.  Che cosa è un Piano d'Azione?

        2-.  Quale è il valore aggiunto di un PdA e quali sono i suoi obiettivi ?

        3-.  Qual è il processo per sviluppare un PdA e chi deve essere coinvolto?

        4-.  Come è strutturato un PdA? Quali sono i suoi elementi chiave?

            ° Visualizzare le questioni chiave

            ° Una “cartografia” dell'ambiente esterno: Analisi delle parti interessate

            ° Fissare gi obiettivi.

        5-.  Strumenti per il lavoro dei Circoli Parrocchiali: conoscere la situazione, raccogliere e analizzare le informazioni.  PP. Prendi la mia vita.

        6-.  Lavoro di gruppo N°12

          ° Introduzione del lavoro di gruppo da parte dell'animatore (5 min)

          ° Ciascun gruppo, a partire da ciò che si è appreso, elabora il suo PdA  (60 min)

          ° Ogni gruppo presenta all'assemblea il PdA elaborato (10 min per gruppo)

          ° A seguire dibattito su ogni PdA (10 min max. per caso )

 *Il responsabile del gruppo custodisce le risposte.

Sessione 16.  INTEGRITA'  DI UNA CREAZIONE:  LAVORARE CON ALTRE RELIGIONI SULLE QUESTIONI DI AT

        Obiettivi della sessione:  In questa sessione vogliamo:

        1-. Prendere coscienza della importanza di lavorare insieme con i dirigenti ed i membri di altre religioni sulle questioni dell'AT;

        2-. Imparare come comunicare con efficacia con le differenti culture e religioni;

        3-. Condividere esperienze di lavoro con persone di altre religioni.

        Contenuti principali della sessione

        0-. Apertura.  Carta del 2070

        1-. Le dimensioni interculturali ed interreligiose.

        2-. Comunicare oltre le frontiere.

        3-. Lavorare sui temi dell'AT sia in gruppo sia personalmente, senza tener conto delle differenze.

        4-. L'integrità della creazione, valore religioso, comune e supremo.

        5-. In assemblea: D&R e condividere le esperienze personali

Conclusione:  Chiamati a svegliarci

Sessione 17.  LA CARTA DELLA SOCIETA' CIVILE NEL DARE RISPOSTE ALL'URGENZA  DELL'AT

         Obiettivi della sessione.  In questa sessione vogliamo:

         1-.  Identificare e definire i differenti attori che fanno parte della società civile;

         2-.  Apprezzare il lavoro con gli altri entrando a far parte di istanze pertinenti;

         3-.  Capire che la società civile gioca un ruolo importante nel raccogliere e conservare documenti su casi di AT;

         4-.  Prendere coscienza dei differenti strumenti e possibilità di informare la opinione pubblica;

         5-.  Conoscere i successi della società civile e familiarizzare con le buone pratiche ;

         6-.  Avere informazioni di base sui gruppi di difesa locale.

         Contenuti della sessione

         0-. Apertura.  PP.  Si e' fatta umanità

         1-. Come è composta la società civile?

         2-. Costruire e lavorare in coalizione, reti e alleanze

         3-. Vantaggi e svantaggi nel lavorare con ONG internazionali

         4-. Utilizzo del sistema di allerta precoce.

         5-. Conoscere i successi della società civile: La soft Law

         6-. Piccole e grandi vittorie della società civile.

         7-. Formare gruppi di difesa

Conclusione.  PP.  Come vanno le cose oggi

Sessione 18.  LAVORARE CON  I  MAS  MEDIA

        . Obiettivi della sessione: In questa sessione vogliamo:

        1-. Capire perchè è necessario lavorare con MCS e qual è il loro valore aggiunto per informare, convincere e lottare;

        2-. Saper differenziare i vari MCS ed i loro processi;

        3-  Familiarizzare con i differenti MCS e saper selezionare i più adeguati la difesa;

        4-, Acquistare conoscenze per elaborare messaggi attraverso MCS

        Contenuti della sessione

        0-. Apertura.  PP.

        1-. MCS: un alleato strategico nell'affrontare AT

        2-. Quali MCS.

        3-. Principi di base per sviluppare un messaggio.

        4-. Sviluppo di messaggi per differenti pubblici: domande fondamentali per orientare il lavoro.

        5-. Come utilizzare i MSC per formare ed informare, per persuadere  e lottare.

        6-. Lavoro di gruppo N.13

Conclusione.  PP.  L'acqua 

        . Lavoro di gruppo N.13

          ° Orientamento del gruppo di lavoro da parte dell'animatore (5min)

          ° In gruppo, a partire da quello di cui si è parlato nel corso, i partecipanti discutono su:

              - Qual è il livello di libertà e di indipendenza dei MSC nel paese e nel nostro contesto?

              - Con quali Media abbiamo lavorato?

              - Quali erano i nostri messaggi?

              - Quale è stata la nostra esperienza?

              - C'è qualcosa  che avremmo potuto fare per contrastare il potere dei Media oppure averlo fatto in modo diverso?

*Il responsabile del gruppo conserva le risposte 

Sessione 19.   ANALISI  DELLE  POLITICHE

        . Obiettivi della sessioneIn questa sessione vogliamo

        1-. Capire la differenza fra leggi e politiche e come le politiche vengono formulate.

        2-. Comprendere che cosa è l'analisi delle politiche e la importanza di identificare ed analizzare le politiche che sono in relazione con il tema dell'AT;

        3-. Prendere familiarità con il concetto di “vuoto politico”

        4-. Stabilire una mappa degli attori e dei manipolatori di queste politiche.

        5-. Acquisire gli strumenti di base che si possono usare  per promuovere e partecipare nelle politiche di una regione.

        Contenuti della sessione.

        0-. Aperture PP.  La storia dell'acqua in bottiglie

        1-. Quali sono le leggi e quali le politiche?

        2-. Analisi delle politiche.

        3-. Che cosa è un “vuoto politico”?

        4-. Strumenti di base per intervenire sulle politiche: cercare la porta di entrata” per intervenire nel processo politico.

        5-. Attori e manipolatori delle politiche.

Conclusione.  PP.  La verità sul coltan in Colombia

        . Lavoro di gruppo N°14

           ° Orientamento del gruppo di lavoro da parte dell'animatore (5min )

           ° I partecipanti, a partire da quanto hanno appreso, dialogano su:

              - Quali politiche nel paese e nella regione sono pertinenti all'AT?

              - Quali sono i “vuoti politici” e ne opportunità nel paese e nella regione?

              - Quali gli attori ed i manipolatori di queste politiche?

*Il responsabile di gruppo custodisce le risposte.

Sessione 20.  “ADVOCACY” (difesa)

        Obiettivi della sessione. In questa sessione vogliamo:

        1-. Conoscere che cosa si intende per “Advocacy” e lobbying

        2-. Condividere alcune idee per fare Advocacy” con successo.

        3-. Selezionare strategie e strumenti di Advocacy che si possano usare per prevenire e far fronte all'AT

        4-. Imparare i media che aiutino a valutare la capacità di advocacy” di una organizzazione;

        5-. Condividere e dibattere, a partire dalle esperienze dirette, i media ed i dubbi nell'uso della Advocacy”.

        Contenuti della sessione

        0-. Apertura.  PP.   Con la loro esistenza danno gloria a Dio

        1-. Quale differenza c'è fra lobbing e advocacy?

        2-. Idee per attuare una advocacy riuscita

        3-. Strategie e strumenti di advocacy

        4-. Paure ed inquietudini nell'uso di advocacy

        5-. Strumenti per valutare la capacità di una organizzazione nel  fare advocacy.

        6-. Assemblea:  discussione con i partecipanti su:

              ° Chi ha fatto esperienza di lobbing o advocacy?

              ° Quale era l'obiettivo? Per ottenere che cosa?

              ° Come è stato trasmesso il messaggio? ( discorso, comunicato di stampa, intervista alla radio,...)

              ° Che cosa suggerite per una advocacy riuscita?

Conclusione.  PP.  L'impatto del petrolio e delle miniere in Ciad e in Colombia.

Sessione 21. SVILUPPO  DI  UN  PIANO  DI  ADVOCACY

        Obiettivi della sessione.   In questa sessione vogliamo:

        1-. Conoscere le tappe fondamentali di sviluppo di un piano di advocacy;

        2-. Avere una informazione utile per sviluppare il piano di advocacy.

        . Contenuti della sessione

        0-. Apertura.  PP.  Una riserva di bontà e ottimismo

        1-. Considerazioni preliminari al Piano

        2-. Fattori che definiscono e determinano un piano di advocacy rispetto al AT in un contesto determinato.

        3-. Tappe di un piano di advocacy:  1. Definire il problema. 2. Stabilire mete e obiettivi. 3. Identificare i destinatari. 4. Costruire reti di appoggio. 5. Sviluppare il messaggio. 6.Selezionare i canali di comunicazione. 7.Ricuperare fondi. 8.Definire un piano di potenziamento. 9.Rischi e supposizioni. 10.Monitoraggio e valutazioni.

        4-. Lavoro di gruppo N°15

Conclusione. PP.

        . Lavoro di gruppo N°15

          ° Dividersi in piccoli gruppi.

          ° Riflettere sulla situazione del AT nel proprio contesto e: 

            - Identificare le 5 cose che si vorrebbe che cambiassero;

            - Selezionare un problema, identificare il pubblico destinatario ed elaborare un messaggio da comunicare verbalmente.

          ° Ciascun gruppo ha 30 minuti per lavorare.

           ° Ogni gruppo presenta il messaggio, che non deve durare più di 3 minuti.

Sessione 22.  FARE  UNA  CAMPAGNA

        Obiettivi della sessione:  In questa sessione vogliamo:

        1-.  Capire che cosa è fare una campagna;

        2-.  Imparare varie strategie per fare una campagna;

        3-. Prendere coscienza delle differenti forme di resistenza di comunità  ( violenta o non violenta );

        4-. Conoscere “i mezzi” per fare delle campagne come quelle organizzate per/dalla società civile;

        5-. Conoscere esempi che possano aiutarci nello sforzo di organizzare delle campagne.

        . Contenuti della sessione

        0-. Apertura. PP.  Un messaggio da non dimenticare

        1-. Che vuol dire fare campagne?

        2-. Che cosa si può ottenere facendo una campagna?

        3-. Modi diversi per  fare una campagna

              3.a Forme di resistenza delle comunità

              3.b Strategie di campagne estreme (picchetti di massa, boicottaggio, sciopero della fame, occupazione, sabotaggio  …).

        4-. Organizzare una campagna pubblica non-violenta: definire il problema, definire l'obiettivo, etc.

        5-. Strumenti per fare una campagna

        6-. Lavoro di gruppo o discussione in assemblea sulle strategie di campagne.

Conclusione.  PP.  La mia terra, la mia vita. 

Sessione 23.  UN  PIANO  DI  AZIONE

        . Obiettivi della sessione.  In questa sessione vogliamo che:

        1-. Rivedere e definire il nostro piano d'azione (PdA) usando tutte le conoscenze acquisite.

        2-.Poter anche ritornare al lavoro ciascuno nel proprio posto, con un PdA, con gli strumenti che si possono usare per poter essere ulteriormente sviluppato e per realizzare una pianificazione che canalizzi gli sforzi per contrastare l'AT.

        Contenuti della sessione.

        0-. Apertura.  Apprezzando la vita, la casa

        1-. Terminare il PdA

             ° L'analisi di politiche è inclusa nel PdA?

             ° Il PdA include un Piano di Advocacy?

             ° Si è considerato se fare campagna è importante e ,in questo caso, quali strategie meritano di essere utilizzate nel proprio PdA contro l'AT?

             ° Il PdA considera lavorare con i media?

             ° Ha previsto lavorare in/con coalizioni, reti, alleanze? Tutti questi elementi sono inclusi nel PdA?

        2-.    Lavoro di gruppo N°16

              ° Orientamento al lavoro di gruppo da parte dell'animatore (5min)

              ° Prendendo spunto dai contenuti ricevuti durante il corso, rivede, apporta cambiamenti per portare a termine il PdA. (50min)

              ° Ciascun gruppo presenta il suo PdA per la discussione (20min)

              °  Il responsabile di gruppo conserva il PdA e la discussione

Conclusione.  PP. Sei mai stato così stanco?

24- Sessione - ULTIMA SESSIONE

        . Obiettivi della sessione.  In questa sessione vogliamo:     

        1-.  Concludere il cammino.  Incominciamo prendendo assieme decisioni che ci permetteranno di vivere bene questi giorni di seminario: Telefono, Foto, Puntualità,  Altri punti pratici.

            ° Ora vogliamo prendere decisioni che ci permetteranno di lavorare insieme per JPIC, nello sforzo di contrastare AT.

            ° Questo con tre orientamenti concreti:

                   - Che propongo di fare?

                   - Che cosa chiedo che si faccia?

                   - Che cosa voglio fare io?

        2-.   Sintesi dei contenuti del corso (30 min)

        3-.   Fare le valutazioni del Corso

        4-.   Definire prospettive di collaborazione futura (60 min)

        5-.   Altri punti.

        . Contenuti della sessione

        0-.  Apertura.  PP.  Essere povero e ricco oggi

        1-.  Attività personale N°6 + Lavoro di gruppo N°17: ciascuno riflette sulle tre domande:

               ° Che cosa propongo di fare?

               ° Che cosa chiedo che si faccia?

               °  Che cosa voglio fare io?

        2-.  Sintesi del contenuto del Corso

        3-.  Valutazione del Corso

               3.1-. Valutazione personale

                     ° Distribuzione del formulario

                     ° Il formulario è personale

                     ° Le risposte sono anonime (15 min)

               3.2-.  Valutazione di gruppo

                     ° I partecipanti e gli animatori rivedono le aspettative poste sulle note adesive attaccate alla parete all'inizio del Corso. (15 min)

                     ° Si controlla in assemblea se il corso ha risposto a tutte le aspettative.

        4-.  Prospettive di collaborazione futura

                     ° Scambio di idee espresse dai partecipanti

                     ° Un incaricato raccoglie le idee e ne fa una sintesi.

        5-.   Altri punti

                      ° Distribuzione della lista di contatto dei partecipanti

                      ° Foto di gruppo